Disordini temporomandibolari

Disordini Temporomandibolari - Odontoiatria Chirurgia Peretta Santacatterina © CLIPAREA.com - FotoliaI disordini temporomandibolari sono delle condizioni cliniche caratterizzate da difficoltà alla masticazione ed alla apertura della bocca, dolore articolare temporomandibolare o muscolare, episodi di blocco della mandibola.

Accanto a questi sintomi fondamentali, esiste una costellazione di sintomi accessori -cefalea, dolore all’orecchio, cervicalgie (dolore al collo), acufeni – ed altri sintomi in vari altri distretti del corpo.

La causa di questa sintomatologia in una minoranza dei casi è da attribuire alla dentatura (perdita estesa di denti, malocclusioni gravi, protesi malfatte, etc).  in molte altre situazioni  la causa è da individuare in un disordine emotivo che si scarica sulla dentatura (come avviene ad esempio per  il mal di stomaco, la colite, etc).

Questo spiega perché  anche  la prima visita di un disordine temporomandibolare viene eseguita da un  team composto da un gnatologo,  che valuta la componente occlusale, e da una psicologa che valuta la componente emotiva.

In effetti la maggior parte dei casi riconosce come causa la combinazione delle due componenti, si può dire che ogni disordine temporomandibolare è un cocktail individuale di queste due componenti.

La terapia dei disordini temporomandibolari  può richiedere:

  • una modificazione dell’occlusione dei denti,
  • una terapia fisiatrica mirata a ridurre la tensione dei muscoli e mobilizzare le articolazioni temporomandibolari e ad educare il paziente con esercizi di autotrattamento per ricondizionare l’aumentata attivazione dei muscoli serratori mandibolari per permettere un’autogestione a lungo termine.
  • nei casi più gravi con artrosi delle articolazioni temporomandibolari possono essere utili dei lavaggi articolari con infiltrazione di acido ialuronico (artrocentesi) con lo scopo di eliminare il dolore e riacquistare una buona mobilità.
  • le contratture muscolari dolorose che non recedono con la fisioterapia possono essere trattate efficacemente con infiltrazioni di  tossina botulinica.
  • il supporto psicologico,importante aiuto per i pazienti  più provati sul piano emotivo